21/01/2011 VL - Una «patente» per i selezionatori

Certificati i professionisti di VL.
Una certificazione europea ai professionisti che si occupano di recruiting. E' quanto oggi si impegna a conferire Assores, l'Associazione italiana delle società di ricerca, selezione e consulenza direzionale per le risorse umane.
Tra gli obiettivi dell'associazione c'è, infatti, anche quello di fornire garanzie di professionalità alle aziende che si rivolgono alle diverse società di selezione, ed è proprio con questo intento che nasce la certificazione europea assegnata da una commissione permanente di valutazione. «La delimitazione di parametri etici e professionali per quanti operano nel recruiting - sostiene il presidente di Assores, Gilberto Marchi -, deriva dall'esigenza di creare una barriera contro chi opera senza i requisiti necessari per svolgere una professione assai delicata, che ha come oggetto le persone e il loro lavoro».

06/03/2009 VL - Profili mirati, improvvisare non è consentito

Valerie Ehrenberger, amministratore unico di Valtellina Lavoro, propone la ricerca di personale qualificato
E' nata a Vienna, ha studiato a Parigi, ha lavorato a New York, in Cina e a Bruxelles e il suo sogno era diventare ambasciatrice.
Sette anni fa ha scelto di vivere a Sondrio, la città del marito conosciuto tramite Rotaract, e in Valtellina ha fatto crescere insieme a un altro professionista, Claudio Bormolini, un'azienda che è diventata una protagonista della vita economica locale.
Nell'ufficio di Valerie Ehrenberger, amministratore unico di Valtellina Lavoro, ci sono una cartina della provincia di Sondrio e un quadro con la sede della Confindustria austriaca. «Ho sempre avuto una passione per le materie economiche e per l'estero.
Subito dopo la laurea ho avuto la fortuna di potere collaborare con l'associazione degli industriali del mio paese.

12/03/2007 VL - Le regole per trovare un’occupazione

I consigli dell'esperta.
Le regole per trovare un’occupazione Informarsi presso parenti, amici e conoscenti, e soprattutto sfruttare tutte le occasioni a disposizione per l’orientamento.
E’ il consiglio di Valtellina Lavoro, che sottolinea come spesso si investano energie e risorse economiche ingenti, anche con sacrifici enormi da parte delle famiglie, in ambiti che non possono garantire un futuro in provincia.
«E’ necessario informarsi sulla situazione del mercato del lavoro valtellinese già durante gli anni delle medie inferiori, e naturalmente prima di iscriversi all’università è fondamentale confrontare la propria scelta con le richieste delle aziende valtellinesi.
Ai ragazzi chiedo di leggere i giornali, di chiedere informazioni agli addetti ai lavori e alla scuola».

22/02/2007 Mi hanno preso!!!!! …. e adesso?

Mi hanno preso!!!!! …. e adesso?
Cosa evitare per non fare troppe figuracce.
Fantastico, ti hanno detto di sì, sei passato dalla categoria dei “fannulloni” a quella dei “lavoratori”.
Sei orgoglioso – giustamente – e non aspetti altro che fare “bella figura” anche in giacca e cravatta.
Qualcuno vuol darti qualche consiglio, ma non t’interessa, in fondo, se sei arrivato fin qui è per merito tuo.
Sei convinto che adesso, il “grosso” è fatto. Arrivi il primo giorno in ufficio, sei nevoso ma non vuoi farlo vedere, pensi di dover sembrare “disinvolto”, un routiniario, non un “novellino”, vedi la prima persona e dici: “Ciao, sono Marco, e tu?”, e lei ti risponde: “Buongiorno, sono la dott.ssa Rossi, lavorerà con me”.
Rischi che la tua carriera sia già finita prima ancora di iniziare. Perché?

22/06/2006 WARM UP: ma quant’è importante la prima impressione?

Hai passato settimane naufragando tra ricerche infinite di annunci su giornali e sul web? Giorni a districarti tra modelli di Curriculum Vitae ed esempi di lettere di motivazione?
Ti sei dovuto sorbire ore e ore di suggerimenti di parenti e amici (ma solo di quelli che: hanno trovato posto su raccomandazione / non hanno mai lavorato / lavorano da 10 anni come commessa nel negozio di mamma e annunciano al bar con soddisfazione: ‘sti dottori! tutti disoccupati…)?
Bene… sei solo all’inizio! Squilla il telefono e sei contattato per un primo colloquio. Se accade a volte di sopravvalutare il fatto (con rischio di delusione) è stupefacente quante volte ciò venga invece sottovalutato: ricorda: non si ha mai una seconda possibilità di dare una prima impressione!

Pagine