12/03/2007 VL - Le regole per trovare un’occupazione

I consigli dell'esperta.
Le regole per trovare un’occupazione Informarsi presso parenti, amici e conoscenti, e soprattutto sfruttare tutte le occasioni a disposizione per l’orientamento.
E’ il consiglio di Valtellina Lavoro, che sottolinea come spesso si investano energie e risorse economiche ingenti, anche con sacrifici enormi da parte delle famiglie, in ambiti che non possono garantire un futuro in provincia.
«E’ necessario informarsi sulla situazione del mercato del lavoro valtellinese già durante gli anni delle medie inferiori, e naturalmente prima di iscriversi all’università è fondamentale confrontare la propria scelta con le richieste delle aziende valtellinesi.
Ai ragazzi chiedo di leggere i giornali, di chiedere informazioni agli addetti ai lavori e alla scuola».
Chi sceglie facoltà di primo piano sotto il piano culturale come lettere antiche o antropologia, solo per fare alcuni esempi, deve convivere da subito con le difficoltà di inserimento nel mercato del lavoro valtellinese.
Le iniziative dedicate all’orientamento devono essere sfruttate nel migliore dei modi, con un’approfondita valutazione degli aspetti positivi e negativi.
La riflessione di Valerie Schena è dedicata anche ai genitori: «E’ necessaria, addirittura indispensabile, un’attenta riflessione sulle competenze, le attitudini e le aspirazioni dei propri figli.
Non tutti devono frequentare per forza il liceo e l’università.
Altri percorsi formativi possono portare a soddisfazioni importanti. Un perito meccanico e una brava ragioniera non conoscono la disoccupazione neanche per una settimana e possono contare su opportunità molto interessanti.
Occorre un cambio di mentalità per valutare questa situazione».

(fonte: La Provincia di Sondrio, 10/03/2007, Stefano Barbusca)