Alessandra Di Clemente - Direttore Associazione “Per lo Spettacolo dal Vivo in Provincia di Sondrio – Alpi in Scena”

Sono valchiavennasca, classe ’86.
Da Aprile 2013 lavoro in qualità di manager per l’Associazione “Per lo Spettacolo dal Vivo in Provincia di Sondrio – Alpi in Scena”. Nel 2009 ho conseguito la laurea specialistica in “Economia e Gestione delle Arti e delle Attività Culturali” presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia con il massimo dei voti e con un anno in anticipo rispetto ai normali tempi accademici. Durante il corso degli studi ho avuto la possibilità di frequentare nel 2008 la “Ca’ Foscari-Harvard Summer School” usufruendo di una borsa di studio e nello stesso anno la “Cattedra Ca’ Foscari-Rotary”.
Durante il periodo universitario ho affiancato lo studio con esperienze lavorative presso prestigiose aziende culturali. A cominciare dal 2007 presso l’ufficio stampa della “52° Biennale d’Arte” curata da Robert Storr, curatore e preside di facoltà presso la Yale School of Art. Dal 2007 al 2009 ho ricoperto il ruolo di Docent presso la “Peggy Guggenheim Collection” di Venezia, all’interno del programma educativo del museo sovvenzionato dalla Regione Veneto.  Nel 2009, prima di terminare gli studi, ho trascorso alcuni mesi presso l’”Istituto Italiano di Cultura” di New York, partecipando alla promozione della cultura italiana nella Grande Mela organizzando: lectures, concerti, mostre d’arte e presentazioni di manifestazioni culturali tra le quali Umbria Jazz, Vento Jazz, La Biennale d’Arte. Successivamente, al conseguimento della laurea specialistica, mi sono recata in Francia per seguire presso l’Università “Paul Valery” di Montpellier un corso semestrale di lingua francese.
Nel 2011 sono stata Project Manager presso “BSI-Engadin Festival”, festival di musica che si svolge in varie località dell’Engadina. Nel 2011 e successivamente nel 2012 ho lavorato in prima linea per il “DAAD Artists-in-Berlin program”: da 50 anni uno dei più noti programmi internazionali per artisti nel campo delle arti visuali, della letteratura, della musica e del cinema.
Il lavoro presso il “DAAD Artists-in-Berlin program” ha incluso la gestione delle interazioni dirette con gli artisti e l’assistenza alla realizzazione di mostre come quella dell’artista californiana Jennifer Bornstein; performance tra le quali quella di Ei Arakawa, artista giapponese che nel 2013 ha svolto una sua performance al Solomon Guggenheim di New York; concerti come quello in onore di Maryanne Amcher, “Supreme Connections Laboratory”; eventi quali “Vorhang auf”, presentazione alla stampa ed alle autorità politiche dei nuovi artisti del programma ed inoltre l’organizzazione delle giurie per la selezione dei futuri artisti.
La collaborazione ha previsto inoltre il lavoro con curatori del “DAAD Artists-in-Berlin program” per realizzare progetti in collaborazione con altre associazioni culturali a Berlino ed altre realtà tedesche.
Sito web associazione: www.alpiinscena.it

VL: Cosa significa per te il lavoro?
ADC: Passione e realizzazione personale.

VL: Cosa significa per te lavorare in Valtellina?
ADC: Ritornare finalmente a casa.

VL: Cosa significa per te ValtellinaLavoro?
ADC: La possibilità di concretizzazione dell’incontro tra domanda e offerta di lavoro all’interno della nostra realtà.