Suggerimenti ..... non avete letto il mio CV?

Succede ogni tanto che il candidato, invitato dal selezionatore di "fare un riassunto delle proprie esperienze professionali" inizi il suo discorso chiedendo "non avete letto il mio CV?" oppure "devo proprio raccontare tutto", "non vi è stata data la mia scheda", "ho già fatto il colloquio con VL" (nel caso di colloquio in azienda committente).
Sicuramente questo non è proprio il modo migliore per cominciare .... ecco perché: il CV è un elenco di informazioni "neutre", quindi per lo più le singole tappe della propria vita vengono descritte senza dare priorità e senza personalizzarli (sono piaciute, perché, etc.).
L'obiettivo del CV e quello di essere invitato al colloquio, niente di più e niente di meno.
Una volta che questo obiettivo è stato raggiunto, il selezionatore è interessato alla persona che ha di fronte: al modo in cui questa si pone, parla, ai suoi interessi ed aspettative reali, alla competenze relazionali e comunicative ..... e a tante altre informazioni che da un pezzo di carta sono impossibile percepire.
Vuole conoscere la persona.
Ed è per questo che è importante ripetere quanto già scritto nel CV: potete adattare il modo di raccontare un'esperienza o una scelta al interlocutore (approfondire di più o di meno, sottolineare certi aspetti, ecc.) far vedere chi c'è dietro una certa competenza.
Ricordate: l'azienda non assume una macchina di cui interessano solo le specifiche tecniche, ma una persona.

Atri suggerimenti qui